Microsoft rilascia Silverlight 1.0 beta e 1.1 alpha

di , in Silverlight,

Due nuove versioni per quello che era conosciuto come WPF/E.

Microsoft ha rilasciato, in contemporeana, durante il MIX 07 che si tiene in questi giorni a Las Vegas, la versione 1.0 beta e la 1.1 alpha.

Conosciuto in precedenza come WPF/E, Silverlight è una piattaforma basata su XAML e sul .NET Framework, per creare interfacce di presentazione all'interno di pagine web, un po' come avviene già da anni con Flash.

La differenza, che la versione 1.1 alpha introduce, è il supporto per managed code, cioè di codice C# o VB, grazie all'aggiunta, in un solo MB di download, di una virtual machine "stretchata" del .NET Framework, compabilità con Windows e MacOSX, con i browser IE, FireFox e Safari. Quello che è interessante è la possibilità di effettuare il debug di questi "componenti" anche da un computer che utilizza MacOSX, con la consueta funzionalità di debug multi-ambiente, da cliente a server, direttamente all'interno di VS Orcas.

La versione 1.1 si segnala rispetto alla 1.0 per l'aggiunta anche di un subet della BCL (Base Class Library) del .NET Framework 3.5, nome in codice Orcas, sulla scia di quanto già è avvenuto con il .NET Compact Framework, del tutto compatibile come API con la versione maggiore. Questo include anche il supporto nativo per LINQ, per uno stack di networking, per XML e per un subset delle API di WPF.

In più, è stato annunciato anche il supporto per il DLR (Dynamic Language Runtime), che renderà possibile l'utilizzo di linguaggi dinamici all'interno di Silverlight, come IronPython, Javascript e VBx, una versione ad-hoc di VB.

Entrambe le versioni sono scaricabili dal sito apposito, mentre si possono trovare maggiori informazioni sulla versione 1.0 all'interno del nostro speciale, pubblicato qualche mese fa.

Commenti

Visualizza/aggiungi commenti

Microsoft rilascia Silverlight 1.0 beta e 1.1 alpha
| Condividi su: Twitter, Facebook, LinkedIn

Per inserire un commento, devi avere un account.

Fai il login e torna a questa pagina, oppure registrati alla nostra community.

Approfondimenti